CON LA BAMBOLA

IN TASCA

ispirato alla favola Vassilissa la bella di Afanasiev

testo di Bruno Stori

regia Letizia Quintavalla

musica Alessandro Nidi

con Laura Magni

produzione Teatro delle Briciole

 

dai 3 anni

Più di duemila rappresentazioni in Italia, Portogallo, Francia, Inghilterra, Spagna, Canada. Dal 1994, anno del debutto, Con la bambola in tasca ha vissuto e rivissuto in lingue diverse, in paesi diversi, ricreando ogni volta il suo nucleo dallo sviluppo imprevedibile: il particolare gioco di relazione che si crea tra una bambina “catturata” tra il pubblico e l’attrice in scena. 

Vassilissa è la storia del passaggio di madre in figlia, da una generazione all’altra, del potere femminile dell’intuito, simbolizzato dalla bambola che Vassilissa tiene sempre dentro la tasca, cioè la capacità di vedere dentro, di ascoltare, di sentire e sapere veloci come il fulmine, di comprendere che spesso le cose non sono come appaiono e si ricorre all’intuito per scoprirle. Nell’antico racconto russo l’iniziazione è messa in atto dall’esecuzione di determinati compiti.

ALL RIGHT RESERVED 2017. POWERED BY MARCELLA SANTOMASSIMO

  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Instagram - Black Circle