LA 

REPUBBLICA 

DEI BAMBINI

una produzione del Teatro delle Briciole

nell'ambito del cantiere Nuovi sguardi per un pubblico giovane 

regia affidata a Sara Bonaventura, Iacopo Braca,

Claudio Cirri, Daniele Villa | Sotterraneo

con Daniele BonaiutiChiara Renzi

ideazione luci Emiliano Curà

grafica Marco Smacchia

 

in collaborazione con Fondazione Teatro Metastasio di Prato

dai 6 anni

Foto di Elisa Contini

Esistono nel mondo alcune “nazioni in miniatura”. Piattaforme petrolifere abbandonate, isole o piccole porzioni di terraferma dove non vige alcuna giurisdizione o controllo politico-militare e dove alcuni soggetti, preso il controllo del territorio, hanno emanato proprie leggi, coniato una nuova moneta, strutturato proprie istituzioni e avviato rapporti con territori vicini. 

Qui l’esercizio di cittadinanza può ripartire da zero, porsi domande originarie sul fare società e rispondere con modalità inedite.

Si parte dalla scena teatrale come piattaforma vuota su cui costruire una micro nazione. Due attori irrompono sulla scena e cominciano a progettare il loro paese in miniatura. Servono delle leggi. Servono dei luoghi. Servono delle cose. 

Si parte da zero, tutto è da costruire, liberi di costruirlo come vogliamo. La micro nazione è una scena vuota, deserta, che lentamente si popola e riempie, magari anche degli stessi elementi che compongo il panorama teatrale (luci, musiche ecc) oppure di segnali che diano regole (cartelli, striscioni ecc) di modo che ai bambini sia dato vedere come da un vuoto si possa edificare una Polis. 

L’incognita è sul tipo di Polis.

ALL RIGHT RESERVED 2017. POWERED BY MARCELLA SANTOMASSIMO

  • Facebook - Black Circle
  • Twitter - Black Circle
  • Instagram - Black Circle